Digital trend - 2018
Comunicazione

Digital trend, cosa aspettarsi dal 2018?

Il digital marketing è ormai un aspetto fondamentale da tenere in considerazione per le proprie strategie di comunicazione ed è per questo che oggi parleremo dei 10 digital trend per il 2018.


Lo abbiamo detto tante volte e lo ribadiamo ora: è necessario studiare forme di comunicazione sempre più integrate tra loro così da rafforzare il proprio messaggio e in modo da trasmettere coerenza al proprio pubblico di riferimento.

Dicevamo, il digital marketing è un ambito che ha ottenuto sempre più importanza negli ultimi anni: le persone fanno ricerche, acquistano, recensiscono, si informano e si divertono sul web. Ecco perché la propria presenza sul web deve essere gestita in modo professionale e non improvvisato.

In questo articolo vi parliamo dei 10 digital trend per il 2018, aspetti da tenere in considerazione per non rischiare di rimanere fuori dai giochi. Digital trend 2018

1. Marketing automation

 

10 digital trend 2018 - Marketing Automation

Gli automatismi sono digital trend già da qualche tempo ma il 2018 sarà l’anno della loro consacrazione.

Cosa sono gli automatismi? Tra tutti si trovano i chatboot, una sorta di risponditori automatici che si sostituiscono al personale dedicato all’assistenza clienti: un consumatore reale o potenziale pone una domanda, ad esempio, sulla pagina ufficiale di un brand e riceve una risposta pertinente che, solitamente, si conclude con un invito a compiere un’azione.

Altre forme di automatismi, di certo meno evolute, sono ad esempio la pubblicazione automatica di post su canali social. Poniamo che vogliate pubblicare un post sul vostro blog aziendale o personale, ecco che esistono meccanismi che permettono di ripetere la pubblicazione – tramite link – anche sulle vostre pagine social.

Gli automatismi sono utili, utilissimi, perché semplificano ma al contempo consolidano le relazioni con clienti reali e potenziali. Pensate a quanto tempo potreste risparmiare se ci fosse qualcuno a rispondere alle richieste per voi e che, al tempo stesso, propone soluzioni ai problemi o alle domande dei vostri interlocutori.

Ma è davvero tutto così roseo? Quali sono i difetti principali della marketing automation? Personalmente non sono una grande fan di questi strumenti e il motivo è seppur troppo banale: l’eccessiva automazione implica eccessiva disumanizzazione.
Avete mai visto, ad esempio, post sui social tutti uguali? Accade proprio perché condividono contributi usando, spesso, gli stessi formati e le stesse parole introduttive. Ecco, questo per me è un vero e proprio controsenso, soprattutto perché sono proprio persone autorevoli che spesso abusano di questi strumenti.

Quindi, marketing automation, ma assolutamente senza esagerare (e senza perdere mai di umanità)!

2. Video e immagini

10 digital trend 2018 - Video e Immagini

Video, video e ancora video. Rigorosamente live. Un digital trend da tenere bene in considerazione.

Il 2017 è stato l’anno dei grandi investimenti da parte dei colossi dei social media per permettere a tutti gli utenti di mostrare il proprio mondo a tutti: da Facebook a Instagram, tutti vogliono essere live.

Una grande percentuale di persone sostiene di avere l’abitudine consolidata a visualizzare video che siano di amici o di brand.
E questo ha un’implicazione forte proprio per il business. Con video e immagini, infatti, si ha la possibilità di far partecipare le persone anche ad eventi che diversamente sarebbero preclusi: dietro e quinte, contributi esclusivi, messaggi personalizzati. Sono tutti mezzi che aumentano il coinvolgimento delle persone e li aiutano a relazionarsi a voi.

Se i video sono fondamentali, le immagini non sono certo da meno. Il nostro cervello impiega pochissimi istanti ad elaborare un’immagine, una fotografia, ma molti di più ad elaborare un testo. Ecco perché nelle strategie bisogna impiegare contenuti visivi in grado di attirare l’attenzione dei consumatori. Ma attenti alla qualità, è fondamentale. Anche live, sempre più live!

3. Ricerca vocale

10 digital trend 2018 - Ricerca vocale

Entro il 2020, il 50% delle ricerche sarà effettuata tramite la nostra voce.

Già da oggi la ricerca vocale si è evoluta ed è destinata a farlo anche nel 2018. Pensate alle note audio di WhatsApp o alla possibilità di ricercare informazioni su Google attraverso la nostra voce. Ormai siamo abituati a parlare con i nostri dispositivi e sempre più spesso riceviamo risposte accurate.

Ma cosa cambia? Facciamo un esempio. Siamo a Ravenna e vogliamo cercare una pizzeria. Abbiamo due possibilità di ricerca. Possiamo prendere il nostro smartphone e digitare su Google “pizzeria Ravenna” oppure possiamo prendere il nostro smartphone, aprire Google e chiedere “qual è la pizzeria più vicina a me?”.
La differenza è visibile: in forma scritta abbreviamo i termini di ricerca, in forma vocale parliamo come faremmo con chiunque. Nell’ultimo caso diventa fondamentale la ricerca di parole chiave a coda lunga: la strategia di impiegare un numero più elevato di parole per effettuare una ricerca, insieme di parole che hanno una concorrenza meno elevata in termini SEO ma che garantiscono tassi di conversione più alti. Un digital trend da tenere d’occhio: il futuro è qui!

4. Influencer

10 digital trend 2018 - InfluencerIl 2017 è stato l’anno degli influencer e del dibattito sulla pubblicità spesso non regolamentata che diffondono sui oro profili social.

Il 2018, invece, sarà l’anno in cui ci si chiederà: sono meglio i micro, i macro o i mega influencer? Facciamo chiarezza: gli influencer sono persone note sul web che hanno un certo seguito di altre persone sulle quali hanno una data influenza. Possono suggerire mode, opinioni, prospettive e hanno un certo peso in rete.

Abbiamo spesso visto mega o macro influencer, ossia persone con un altissimo numero di seguaci ma con un‘influenza trasversale che va spesso dalla moda al cibo, dai viaggi allo stile.
Il vantaggio di servirsi di questi influencer per la propria strategia promozionale è l’opportunità di inviare un messaggio a moltissime persone. Lo svantaggio è che spesso l’investimento richiesto è molto alto e, se le disponibilità economiche sono limitate, si rischia di attuare una strategia dispersiva.

Ecco perché il 2018 sarà l’anno dei micro influencer: persone note sul web per un tema molto specifico e seguite da pochi ma fedelissimi seguaci, per questo molto ricettivi ai messaggi inviati.
Il vantaggio di integrare questi micro influencer in una strategia di comunicazione è la possibilità di impiegare budget più piccoli da potenzialmente più fruttuosi. Quindi, influencer sì o no?

5. Vicino è meglio!

10 digital trend 2018 - Vicino è meglio

Per anni le piccole e piccolissime imprese hanno sofferto i budget elevatissimi delle grandi realtà aziendali e perciò sono stati spesso messi al margine, riducendo in modo sensibile i propri fatturati.

Nel 2018 questo potrebbe cambiare e i piccoli negozi di periferia potrebbero vivere una nuova era. Come? Attraverso il web e i social. Attenzione, sfatiamo subito un mito purtroppo radicatissimo: web e social non vuol dire gratis. Gli investimenti ci sono e non si possono evitare. Però bisogna affidarsi a un consulente che sappia come ottimizzarli al meglio. E fidarsi di lui.

Quest’anno la portata organica dei contenuti, quella raggiungibile in modo gratuito, sarà ancora una volta ridotta ma non per questo tutti i contenuti dovranno essere sostenuti da una sponsorizzazione. Molti specialisti non condividono questa strategia, però io credo che sia inutile sostenere investimenti su tutti i contenuti, piuttosto sarebbe importante destinare ad alcuni di questi strategie studiate e profondamente targettizzate. A questi vanno affiancati contenuti organici che fungano un po’ da riempitivo, un po’ da esca per raggiungere pubblici interessati.

I piccoli imprenditori come titolari di negozi possono destinare i propri budget – a questo punto indispensabili – all’ottimizzazione di strategie locali così da incentivare le persone a visitare i negozi stessi. Per fare questo è indispensabile – come già detto – affidarsi a una persona esperta e fidarsi dei suoi consigli. E poter dire “Eccomi, sono qui”:

6. Dispositivi mobili

10 digital trend 2018 - Dispositivi mobili

Questo è l’anno del mobile first: prima di tutto i dispositivi mobili. Questo porta gli esperti del settore a dover ripensare a tutte le strategie di comunicazione.

Già oggi oltre un terzo degli utenti Internet vi accedono solo attraverso lo smartphone e per la metà di loro il computer è solo un ricordo. Questo porta con sé una serie di implicazioni importantissime e diverse di queste si possono trovare in questo articolo.

Basti pensare alla ricerca di informazioni effettuata dal cellulare: non vorreste che le persone vicine a voi fossero alla ricerca dei vostri prodotti? Questo semplice desiderio coinvolge più aspetti del digital marketing: la SEO, il social media marketing, la content curation, il visual design, il copywriting. E questi sono solo alcuni esempi.

Il mobile è già una realtà, nel 2018 diventerà ancora più una certezza. Non fatevi trovare impreparati.

I prossimi punti si relazionano in modo automatico a questo: pubblicità, pagamenti e social e-commerce sono sempre più connessi e condizionati dalla diffusione dei telefoni cellulari. Un computer tra le mani.

7. Pubblicità

10 digital trend 2018 - Pubblicità

La pubblicità è uno dei primi elementi ad essere condizionati dalla logica mobile first. Questo ha importanti conseguenze nella nuova era degli spazi pubblicitari: i formati, prima di tutto, devono essere ripensati per poter essere performanti e per migliorare l’esperienza dell’utente in mobilità.

Un esempio tra tutti: pensate di volere quel maglione che avete visto nel negozio di quell’artigiano durante il vostro ultimo viaggio a Perugia. Bene, lo cercate su internet – da cellulare – e lo trovate in promozione in un negozio online, però purtroppo l’immagine risulta sgranata perché è ottimizzata solo per computer. Cosa fareste? Con ogni probabilità abbandonerete l’idea di acquistarlo e per il negoziante sarà una vendita mancata.

Ecco, pensate se invece quell’immagine sponsorizzata fosse ad esempio in un formato verticale perfettamente adattato al cellulare. Cosa accadrebbe? Probabilmente effettuerete l’acquisto. È l’inizio di una nuova era.

8. Pagamenti

10 digital trend 2018 - Pagamenti

Il 2018 sarà l’anno dei pagamenti veloci, semplici e sicuri. Ovviamente effettuati da smartphone.

Se in Cina il mondo dei pagamenti online è ormai consolidato, in Occidente sta muovendo i primi passi proprio in questi tempi.

Uno degli effetti della diffusione dei pagamenti online – quindi anche da mobile – è la grande quantità di dati che sono oggi disponibili. Avere a disposizione le abitudini di pagamento degli utenti permette di poter studiare strategie e servizi personalizzati proprio per loro, ma mette in luce il grande problema della loro esperienza in fase di acquisto.

Oggi, infatti, diverse persone sono ancora restie a effettuare pagamenti da smartphone e persino online, anche se da computer la cosa sta lentamente progredendo. La sfida del 2018 sarà quindi focalizzata anche a questo: convincere le persone a usare il telefono per fare acquisti, puntando sulla qualità e la personalizzazione dei servizi. Con pagamenti veloci, semplici e sicuri.

9. Social e-commerce

10 digital trend 2018 - Social e-commerce

Questa digital trend è collegata alle precedenti: i dispositivi mobili sono oggi usati per navigare, per fare ricerche, per cercare informazioni su notizie e prodotti e per fare acquisti.

Il social e-commerce sarà quindi una delle tendenze digitali da tenere in considerazione per il 2018. Ma di cosa si tratta? Oggi i social media sono vere e proprie vetrine tramite le quali vedere e comprare prodotti. Si apre così un mondo nuovo, una nuova frontiera che non vede più i social media solo come piattaforme di condivisione e intrattenimento, ma li evolve a negozi online.

Si torna così a parlare di pagamenti online ma anche di bottoni sociali che devono invitare le persone a completare il processo di acquisto, così come testi descrittivi in grado di essere informativi e persuasivi.

Il 2018 vedrà svilupparsi questa digital trend: sarà presto possibile comprare, con un like.

10. Generazione Z

10 digital trend 2018 - Generazione Z

Il 2018 sarà il loro anno: l’anno della Generazione Z!

Chi sono? Sono giovani nati dopo la metà degli anni Novanta, quindi sono i fratelli maggiori dei Millennials.

Perché sono importanti? Perché sono i nuovi protagonisti del mercato e hanno comportamenti specifici che è bene conoscere a fondo.

Parleremo di questa digital trend presto, proprio perché necessita di un approfondimento a parte.

La tua opinione

Cosa pensi di questi digital trend per il 2018? Pensi che ce ne siano altri da aggiungere?

Le tue considerazioni e i tuoi commenti sono importanti, così come lo sono le condivisioni.
Se ti è piaciuto questo articolo ricorda di condividerlo sui tuoi profili social e cercaci su Facebook, Twitter ed Instagram.

Leave a Reply