Social media

Sport e digitale, le emozioni viaggiano sul web

Sport e digitale hanno un legame molto stretto che si rafforza ogni giorno di più. Fenomeni come l’espressione della propria identità e l’uso dei social media sono elementi cruciali di questo rapporto ma anche le emozioni hanno un ruolo chiave.

Da un lato l’ostentazione della propria fede sportiva serve a riconoscere – e a fare riconoscere – cosa si è e cosa non si è, d’altra parte il tifo si è manifestato su larga scala anche grazie all’uso dei nuovi mezzi di comunicazione che permettono di mostrarsi non solo a una stretta cerchia di amici.

In questo articolo, grazie ai dati di GlobalWebIndex pubblicati a fine agosto nell’approfondimento “Sports Fan Infographic“, mostreremo la forza di questa connessione e spiegheremo alcune loro implicazioni.

Sport e digitale, alcuni dati iniziali

Nel mondo, tre utenti di Internet su dieci dichiarano di avere un forte interesse nello sport.
Ciò significa che oltre 1,2 miliardi di persone sono attratte da notizie che riguardano almeno un’attività sportiva. Pensate per un secondo a quante figure orbitano attorno a questo settore: società e istituzioni sportive, atleti, giornalisti e media, aziende sponsor e fornitori di prodotti e di servizi sono solo alcuni esempi. Lo sport, però, ha anche implicazioni sul territorio e sono di grande rilievo: la realizzazione di un evento sportivo si riflette sul turismo del luogo nel quale si svolge, sugli esercizi commerciali, sui mezzi di trasporto e così via. Si tratta, quindi, di un settore che vanta un giro d’affari davvero imponente.

Tifosi a gara di tennis

Il digitale è funzionale allo sport perché aiuta le persone, in questo caso tifosi o semplici appassionati, a sentirsi vicini all’evento sportivo anche se si trovano a decine di migliaia di chilometri; lo sport è funzionale al digitale perché alimenta un nuovo modo di fare comunicazione che oggi ha rivoluzionato e messo in discussione i tradizionali approcci.

Ma chi sono questi tifosi su internet e da dove provengono?
La maggior parte di loro è, come intuibile, di sesso maschile ma il numero delle femmine tifose è in netta salita e, insieme, coprono tutte le fasce d’età in modo equilibrato. Anche la loro provenienza è ben rappresentata da tutti i continenti, anche se il numero più significativo si registra nell‘area mediorientale e africana. Questo è dovuto dall’elevato livello di densità della popolazione ma rappresenta un interessante caso di studio per la specificità del rapporto che gli abitanti di queste zone hanno con lo sport e il calcio in particolare. Se non lo avete ancora fatto, vi invito a leggere l’approfondimento «Il calcio in Cina, digital fan engagement».

Dispositivi e social media, elementi cruciali dello sport digitale

I tifosi su internet raggiungono l’evento, le star o le società sportive attraverso smartphone e computer fisso, per lo più attraverso social media come Facebook e YouTube, mentre Instagram e WhatsApp registrano numeri in crescita.
Le persone seguite grazie a questi mezzi sono star dello sport e brand coinvolti in modo più o meno diretto. Alcuni dati legati al comportamento dei tifosi su Internet, però, sono particolarmente rilevanti.

Sport e digitale, tifo su internet

L’86% dei tifosi usa un secondo dispositivo durante un evento e un terzo di loro usa i social media per vederlo o seguirlo, per lo più Twitter. Diversi tifosi su Internet, infatti, hanno usato proprio questa piattaforma di microblogging durante un evento sportivo almeno una volta.

Mobile, sport e digitale

Questa tendenza, consolidata ormai anche per altri tipi di eventi, è ciò che si definisce second screen, ossia l’abitudine di commentare l’evento seguito e interagire con la community che si genera attorno ad esso e attorno a uno o più hashtag che lo richiamano. Si tratta, quindi, di una grande chiacchierata virtuale e spontanea nella quale si inseriscono diverse fonti e diversi tipi di contenuti: il video del “dietro le quinte” pubblicato dalla società sportive, i commenti o le immagini dei giornalisti, i contenuti esclusivi o interattivi dei brand sponsor ma soprattutto la moltitudine di commenti di persone che partecipano all’evento in presenza oppure a distanza.

Dal punto di vista dei tifosi su Internet, quali sono le attività compiute durante la visualizzazione di un evento sportivo? Ai primi posti, come intuibile, si trovano l’uso dei social media e il ricorso alle chat: le persone desiderano vivere in prima persona l’evento, vogliono commentarlo e vogliono avere contenuti aggiuntivi. E dove se non sui social media?

Sport e digitale, attività compiute

Il ruolo dei brand

Partiamo da un dato che emerge dalla ricerca condotta da GlobalWebIndex: il 40% dei rispondenti afferma di essere più propenso a interagire con contenuti online durante un evento. I tifosi, quindi, desiderano avere informazioni, punti di vista alternativi, opinioni di addetti ai lavori o di semplici altri spettatori. In una frase: vogliono condividere un’esperienza.

Questo è un aspetto fondamentale per le aziende che si inseriscono all’interno delle conversazioni generate in modo spontaneo. Le persone si definiscono propense a visitare il sito del brand coinvolto nell’evento o ancora a consultare i loro profili social.

Sport e digitale, i tifosi su internet

Sport e digitale, consigli per partecipare

Questa breve panoramica dello sport digitale suggerisce una serie di utili consigli da tenere in considerazione per partecipare alle discussioni legate ad un evento da parte di brand o figure pubbliche interessate a farlo.

  1. Per prima cosa, il consiglio è quello di intervenire nelle conversazioni in modo naturale e al pari di tutti gli altri utenti: l’autorevolezza e la credibiità sul web si guadagnano, non si danno per scontato.
  2. Pubblicare contenuti e contributi creati per le persone che guardano o seguono l’evento: questi possono avere più scopi, informativi, ludici, tecnici e quant’altro ma devono essere fatti pensando alle persone, a dar loro un valore aggiunto.
  3. Bene, benissimo contenuti esclusivi: il dietro le quinte, l’immagine dell’atleta prima di scendere in campo, i “fuori onda”, ciò che accade una volta concluso l’evento.
  4. Emoziona, emozionati: ciò che spinge le persone a condividere, a cercare, a consultare sul web durante una manifestazione sono le emozioni. Condividere le emozioni con altre persone alimenta questo fenomeno. E lo sport è emozione.
  5. C’è un tempo per vendere e uno per partecipare e l’evento sul web è partecipazione. Partecipa, informa ed emoziona: vedrai i risultati!
La tua opinione

Cosa pensi di questi dati? La tua opinione è importante! Lascia il tuo commento qui sotto e se hai trovato interessante questo articolo non dimenticare di condividerlo sui social media.

Commenta